TG AmbienteVideo

Un albero per il futuro – Tg Ambiente

Condividi

In questa edizione del Tg Ambiente realizzato in collaborazione con Italpress:  1) Invasione di meduse a Trieste, colpa della pesca eccessiva; 2) un albero per il futuro; 3) Riciclo della carta, Comieco lancia la Paper Week; 4) Inaugurata la Ciclovia del Sole


In questa edizione del Tg Ambiente realizzato in collaborazione con Italpress:

1) Invasione di meduse a Trieste, colpa della pesca eccessiva: Invasione di meduse nel Golfo di Trieste. Il fenomeno, detto ‘bloom’, si manifesta ogni anno ma stavolta ha raggiunto numeri preoccupanti con interi tratti di mare completamente ricoperti da un tappeto di meduse della specie Rhizostoma Pulmo, ovvero bianche con il bordo blu. Migliaia di meduse infatti, hanno letteralmente invaso le acque antistanti Trieste, spingendosi fino ad aree più o meno affollate, davanti a piazza Unità d’Italia, dove spesso si allenano canoisti e canottieri, e dove transitano barche a motore e a vela. Per gli scienziati, sono diverse le cause scatenanti di questo fenomeno, tra queste, la sovra pesca. “Meduse e pesci spesso mangiano le stesse prede – afferma la ricercatrice Valentina Tirelli dell’Istituto nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – togliendo i pesci togliamo un predatore e le meduse vengono ad avere a disposizione più cibo; più cibo significa più capacità di svilupparsi”. La ricercatrice ha tenuto però a precisare, per evitare allarmismi, che questa specie, detta polmone di mare o dama del mare, non è particolarmente pericolosa. Per segnalare la presenza o il comportamento di meduse, delfini e tartarughe, l’Istituto nazionale ha lanciato Avvistapp, attraverso la quale chiunque può inviare foto o fare segnalazioni.

Trieste, un’invasione di meduse che preoccupa: colpa della pesca eccessiva VIDEO

2) un albero per il futuro: Creare un grande bosco diffuso. Inizia da un albero il progetto per le scuole organizzato dai Carabinieri della Biodiversità in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente. Un’occasione per avvicinare i giovani alle tematiche ambientali e contribuire alla riduzione dei cambiamenti climatici. Ne abbiamo parlato con il colonnello Raffaele Manicone. Il progetto prevede anche un’attività di formazione dei carabinieri forestali, che andranno nelle scuole per parlare della tutela dell’ambiente.

 

3) Riciclo della carta, Comieco lancia la Paper Week: Per un mondo più sano e città più pulite va spinta al massimo la raccolta differenziata, per reimmettere nel sistema i materiali e rendere sempre minore la frazione di indifferenziato da inviare in discariche o termovalorizzatori. Comieco, il consorzio nazionale per il recupero di carta e cartone, ha lanciato la Paper Week, una settimana di eventi digitali e interattivi proprio con l’obiettivo di far conoscere il funzionamento della filiera del riciclo di carta e cartone e sensibilizzare sull’importanza della raccolta differenziata. In alcuni centri sono state organizzate delle visite virtuali per gli studenti. Tra questi, lo stabilimento Ricicla Centro Italia, a Monte Compatri,  nei pressi di Roma.

Inaugurata la Ciclovia del Sole: 46km sull’ex ferrovia Bologna-Verona VIDEO

4) Inaugurata la Ciclovia del Sole: Inaugurata la Ciclovia del Sole, la pista ciclabile che sorge sull’ex ferrovia Bologna-Verona da Mirandola e Sala Bolognese. 46 km realizzati in due anni dalla Città metropolitana di Bologna, che attraversano 8 comuni (Mirandola, San Felice sul Panaro, Camposanto, Crevalcore, Sant’Agata Bolognese, San Giovanni in Persiceto, Sala Bolognese e Anzola dell’Emilia) con un costo di 5 milioni di euro, grazie al finanziamento del Ministero dell’Ambiente, alla disponibilità di Rete Ferroviaria Italiana. La Ciclovia del Sole si inserisce in una delle più importanti ciclabili europee, la Eurovelo 7 che unisce Capo Nord, in Norvegia, a Malta toccando altri sette paesi. Con l’apertura della parte italiana del tracciato è di fatto percorribile da Bolzano a Bologna, mentre, in futuro, attraverserà l’Appennino bolognese fino al crinale tra Emilia e Toscana, dove il percorso continuerà fino a Firenze. Oltre a promuovere la mobilità sostenibile e dolce, e in generale l’uso della bicicletta, la Ciclovia del Sole vuole contribuire a sviluppare il cicloturismo in Italia. L’intermodalità è garantita dagli hub ferroviari con 44 stazioni presenti nel raggio di 3 chilometri dalla ciclovia, entro i 6 chilometri altre 68 stazioni mentre 108 sono nel raggio di 12 chilometri.

(Visited 19 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago