Breaking News

ROMA, A NATALE LUCI PUNTATE SULL’ALBERO “SPELACCHIO”

Condividi

Albero di Natale, Roma. Se strade e negozi con luci e addobbi nella capitale non fossero bastati a farvi immergere nell’atmosfera natalizia, ora non potrete farne a meno dopo l’arrivo del tanto atteso albero di Natale in piazza Venezia, con 600 sfere e 3 chilometri di luci.

Peccato però che anche quest’anno l’abete torna ad essere al centro di prese in giro e polemiche sul web. Dopo l’albero dello scorso anno definito triste, storto e poco illuminato, adesso è “Spellacchio” il protagonista di post e commenti sui social, un appellativo con il quale non sono mancate frecciatine rivolte al sindaco e all’amministrazione Raggi. Non si è risparmiato, infatti, il giornalista Vittorio Zucconi: “È arrivato in piazza Venezia Spellacchio, il desolato abete che perfettamente rappresenta l’ Amministrazione Raggi”.  

Ma alle critiche dei cittadini romani e non, l’assessore all’Ambiente Pinuccia Montanari risponde: “Questo è il nostro omaggio per la città, un albero addobbato a festa, con eleganza e semplicità, per regalare a romani e turisti un’atmosfera unica, nel pieno rispetto della sobrietà. Un Natale all’insegna della sostenibilità. Per questo tutte le decorazioni sono state scelte in piena sintonia con le politiche ambientali e anche l’abete è certificato”.

Infatti, almeno su carta, l’abete proviene dalla Val di Fiemme, e rispetto a quello dello scorso anno ha anche una stazza decisamente più imponente. Ma niente, ai romani questo albero sostenibile proprio non piace, e preferiscono di gran lunga quello della stazione Termini. Per non parlare poi del confronto inevitabile con quello di Milano, chiamato con il nome di “Vittorio” dalla società che l’ha piantato.  Sui social sono spopolate foto con i due abeti per notare le differenze e decretare il migliore tra le due città: dal un lato “Vittorio” dall’altro “Spelacchio“. Maggiori apprezzamenti sono andati a quello di piazza Duomo che, seppur non eccezionale, non ha creato malcontento tra i milanesi.

Tra polemiche e gare su quale città possiede l’albero più bello, non sembrerebbe di essere entrati più di tanto nel vero spirito del Natale: ma non si dovrebbe essere tutti più buoni?

https://twitter.com/franchy72/status/939116904567988225

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago