ClimaRoma

Roma, per la festa degli alberi nelle scuole la sindaca Raggi e Pecoraro Scanio piantano ulivi

Condividi

Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della Fondazione UniVerde, e Virgina Raggi, Sindaca di Roma, con il dirigente scolastico dello storico Istituto Tecnico Agrario ‘G. Garibaldi’ di Roma, Andrea Pontarelli, celebrano l’edizione primaverile della ‘Festa degli alberi nelle Scuole’.

Stimolare una sana coscienza ecologica e valorizzare i patrimoni naturali, ponendo particolare attenzione agli alberi come elementi essenziali di vita sulla Terra, attraverso la piantumazione di alcuni ulivi sui terreni dell’Istituto, la festa è stata reintrodotta proprio da Pecoraro Scanio nel 2000, insieme all’ora Ministro dell’Istruzione, Tullio De Mauro.
L’occasione è spunto per ricordare che in Italia vi sono sempre più giovani che si interessano a questo settore e che, come ricorda la Sindaca Virgina Raggi, le professioni del futuro sono proprio quelle legate alla terra ed alla coltivazione. 
Erano presenti per l’occasione: Teresa Maria Zotta, Vicesindaco della Città metropolitana di Roma Capitale; Daniele Diaco, Presidente Commissione IV Ambiente; Giuseppe Lopez, Comandante Carabinieri Forestali Roma; Gerardo Capozza, Segretario Generale ACI; Don Henry, Parroco Santuario Divino Amore; Eugenio Guglielmelli, Prorettore Campus Bio medico di Roma; Laura De Gara, Preside della Facoltà Dipartimentale di Scienze e Tecnologie per l’Uomo e l’Ambiente Università Campus Bio-Medico di Roma
(Visited 29 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago