Attualità

Padre e figlio uccidono mamma orsa in letargo con i suoi cuccioli. VIDEO

Condividi

AnimaliUccisi in Alaska, mentre erano in letargo, una mamma orsa e i suoi cuccioli da padre e figlio cacciatori. Atto illecito, compiuto per macabro divertimento. “Non potranno mai collegarlo a noi”, si erano detti, mentre scattavano la foto-trofeo. Ripresi e incastrati dalla telecamera governativa che monitorava gli orsi. Video diffuso in rete dall’associazione animalista “The Humane Society of the United State”. Pena detentiva, multa e confisca per gli autori del barbaro atto. 

In Alaska, due uomini, padre e figlio, hanno ucciso per malsano divertimento una mamma di orso bruno con i suoi due cuccioli, mentre erano in letargo. Il fatto è avvenuto ad Eshter Island in Alaska, durante una battuta di caccia illegale. Le immagini sono state pubblicate sul sito dell’associazione animalista statunitense “The Humane Society of the United State“.
Non potranno mai collegarlo a noi” si erano detti. Non sapevano che una telecamera posta lì dallo US Forest Service e dall’ Alaska Department of Fish and Game, per monitotrare gli orsi bruni, li avrebbe incastrati.

Balene, continua la caccia in Islanda per i prossimi 5 anni

Norvegia, niente più animali da pelliccia. Ma la caccia alle balene continua

Andrew Renner e suo figlio Owen sono stati ripresi mentre imbracciavano il fucile e sparavano verso la mamma orsa in letargo. Colpi ripetuti, pianti dei cuccioli, poi il recupero del corpo privo di vita, quindi il 5, battuto dai due uomini esausti, con l’immancabile  “foto-trofeo“. Inquietante il commento “Andiamo dove vogliamo uccidere”.

Poi l’orso viene scuoiato e tutto viene ripulito, resta solo la neve sporca di sangue. I due ritornano dopo due giorni e recuperano i due cuccioli, portandoli via in una busta.

Cinghiali, la caccia si farà con arco e frecce

Circo, mai più animali. Da gennaio il decreto attuativo

Non è vietata la caccia all’orso, in questa zona, ma è vietata la caccia alle madri e ai cuccioli. I due hanno presentato la carcassa adulta come  legale all’Agenzia per la fauna selvatica dello stato, mentendo sull’uccisione dei cuccioli e sulla presentazione di informazioni falsificate. Più tardi, davanti alle prove, avrebbero ammesso la loro colpevolezza. Entrambi hanno ricevuto una pena detentiva e la sospensione delle loro licenze di caccia. Andrew Renner è stato multato per  9.000  dollari e ha ricevuto la confisca sulle proprietà personali, una barca, il suo veicolo e diverse armi.

 

(Visited 449 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago