Animali

Alaska, 10mila orsi bruni in pericolo a causa della miniera voluta da Trump

Condividi

L’apertura di una miniera in Alaska, voluta dall’amministrazione Trump, mette a rischio 10,000 orsi bruni e l’industria della pesca di salmoni più produttiva al mondo.

Gli orsi bruni dell’Alaska sono considerati tra i migliori da osservare al mondo, grazie al fatto che vivono in un’area del pianeta quasi incontaminata dalla presenza umana. Circa un terzo di questi 30,000 orsi bruni vive nella penisola dell’Alaska, che separa l’Oceano Pacifico dalla Bristol Bay, dove si trova anche la più grande popolazione di salmoni del mondo.

Clima, lo scioglimento dei ghiacci sta portando ad un aumento del cannibalismo tra gli orsi

Questo paradiso degli orsi però è messo a rischio dalla controversa Pebble Mine, una miniera di oro e rame che secondo i progetti dovrebbe essere aperta nella baia. L’industria della pesca locale, dalla quale dipendono 14,000 posti di lavoro e metà della produzione mondiale di salmone, teme che il progetto ne causerà la fine. Ma la costruzione della miniera, oltre a distruggere migliaia di ettari paludi e corsi d’acqua, rappresenta una minaccia per gli orsi che vanno alla ricerca di salmoni una volta usciti dal letargo invernale. Oltre alla prospettiva dell’inquinamento dei corsi d’acqua che attraversano la miniera, le infrastrutture necessarie per il funzionamento della miniera verrebbero costruite nell’area dove vivono indisturbati gli orsi.

 

USA, collassano le dighe Edenville e Sanford: il Michigan dichiara lo stato d’emergenza

Durante l’amministrazione Obama l’ Environmental Protection Agency ha bocciato la Pebble Mine, dichiarando che avrebbe gravemente messo a rischio la popolazione di pesci e i condotti d’acqua della regione ma l’agenzia, passata sotto l’amministrazione Trump, ha cambiato posizione, aprendo alla costruzione della miniera, I nativi locali, l’industria della pesca e gli ambientalisti hanno dato via ad un’azione legale per bloccare la miniera, in attesa della decisione degli ingegneri dell’esercito americano prevista per l’estate. Questi gruppi sostengono che l’apertura della miniera possa mettere a rischio una gran parte dell’industria peschiera, il settore turistico, la salute dei salmoni e per finire uno dei pochi angoli del mondo in cui gli orsi vivono liberamente.

Animali, gli orsi polari stanno soffrendo gli effetti dei cambiamenti climatici

L’impatto che avrà la costruzione della miniera su questa popolazione di orsi rappresenta un problema a livello globale” ha commentato Acacia Johnson, una fotografa del posto “Penso che l’opportunità di condividere un paesaggio del genere pacificamente con un predatore possa essere una forte esperienza, in grado di cambiare il modo in cui le persone si relazionano con il pianeta e la natura in generale”.

(Visited 318 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago