Aereo militare russo caduto: tre bambini tra i 13 morti. Il video del disastro

Mentre si aggrava il bilancio, le autorità russe parlano di un incidente durante un addestramento. Ma ci sono aspetti che non tornano.

Si aggrava il bilancio delle vittime dell’aereo militare caduto in Russia, non lontano dal confine con l’Ucraina. I morti sono almeno 13, di cui tre bambini. Il cacciabombardiere Su-34 è caduto ieri sera su un edificio residenziale, causando un incendio su almeno nove piani.

Il dramma

L’aereo è caduto a Yeysk, città russa sulle rive del Mar d’Azov. I piloti, prima dello schianto dell’aereo sull’edificio, sono riusciti a mettersi in salvo usando i paracadute. L’impatto ha provocato diverse esplosioni e un enorme incendio, che non ha lasciato scampo ai residenti nell’edificio.

Le indagini sull’incidente

Il Comitato Investigativo russo ha già pubblicato un rapporto sulle possibili cause dell’incidente. La pista più accreditata è quella di un guasto tecnico. I piloti e il personale dello scalo sono già stati interrogati e sono stati sequestrati i documenti, la scatola nera e campioni di carburante all’aeroporto di partenza, una base militare non lontana dalla zona.

Il giallo

Le autorità russe hanno spiegato che, in base al rapporto dei piloti, durante la manovra di salita uno dei motori dell’aereo militare ha preso fuoco. Dopo lo schianto, il carburante avrebbe bruciato, investendo nove piani dell’edificio colpito. Il Ministero della Difesa russo, dopo l’incidente, si era affrettato a spiegare che si trattava di un volo di addestramento. Mary Ilyushina, inviata del Washington Post in Russia, ha però espresso dei dubbi su questa tesi, dal momento che l’aereo sarebbe stato carico di munizioni.

 

Articolo precedenteStop Finning EU, un milione di voti validi per lo stop al commercio delle pinne degli squali
Articolo successivoSantuario Pelagos, eccezionale avvistamento di capodogli nel mar Ligure. Il video