Breaking News

Acqua in bottiglia, impatto ambientale 3500 volte superiore rispetto all’acqua del rubinetto

Condividi

Qual è l’impatto dell’acqua in bottiglia sulle risorse la naturali? 3.500 volte superiore a quello dell’acqua del rubinetto. Un nuovo studio del Barcelona Institute for Global Health (ISGlobal), primo nel suo genere, ha utilizzato la “valutazione del ciclo di vita” per stimare l’impatto ambientale di un articolo per tutta la sua durata: estrazione delle materie prime, produzione, trasporto, distribuzione, uso e smaltimento.

Negli Stati Uniti, la produzione di bottiglie di acqua richiede ogni anno 1,5 milioni di barili di petrolio (più di quanto è necessario per alimentare 100 mila case) senza tenere conto dei costi dei combustibili fossili o delle emissioni per trasportarle le bottiglie nei negozi.

Nello specifico, lo studio, primo nel suo genere, ha esaminato l’impatto dell’acqua in bottiglia a Barcellona dove,  nonostante i miglioramenti negli ultimi anni della qualità dell’acqua delle fontane, l’acqua in bottiglia sta diventando sempre più popolare.

Greenpeace: in Italia più del 60% delle bottiglie di plastica non viene riciclato

I dati dello studio ISGlobal hanno evidenziato che se ogni residente di Barcellona passasse all’acqua in bottiglia, per estrarre le materie prime servirebbero più di 70 milioni di euro.

Ma il dato peggiore è che porterebbe alla perdita di 1,43 specie animali ogni anno.

Un’eventualità che avrebbe un impatto 1400 volte maggiore sugli ecosistemi e un costo delle risorse 3500 volte maggiore per l’ambiente rispetto a se l’intera città bevesse invece l’acqua del rubinetto.

Plastica, a Procida niente più bottigliette monouso: l’isola divente Plastic Free

“Dovremmo avere più campagne educative per sensibilizzare il pubblico sul fatto che i benefici per la salute derivanti dal bere acqua in bottiglia sono minori rispetto agli impatti ambientali – ha dichiarato l’autrice principale dello studio, la ricercatrice dell’ISGlobal, Cristina Villanueva – dobbiamo migliorare l’accesso all’acqua pubblica, alle fontane pubbliche, agli edifici pubblici dove puoi portare la tua bottiglia e non è necessario acquistarne una. Dobbiamo facilitare l’accesso all’acqua pubblica nelle strade pubbliche”.

Le persone si fidano dell’acqua in bottiglia – ha aggiunto Villanueva – perché gli inserzionisti hanno fatto un buon lavoro nel convincerle che è una buona opzione, quindi abbiamo bisogno dello stesso sforzo dall’altra parte”.

 

(Visited 57 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago