Politica

ACQUA PUBBLICA, FICO: “LEGO MIA PRESIDENZA AD APPROVAZIONE LEGGE”

Condividi

Acqua pubblica. Un ruolo istituzionale in cui crede al cento per cento, a garanzia e garante di tutti, ma anche un presidente combattente che lotta per temi come quello dell’acqua pubblica, che non può non essere legato alla sua presidenza.

Si definisce così il Presidente della Camera, Roberto Fico, durante la tradizionale cerimonia del Ventaglio in vista della chiusura dei lavori parlamentari per la pausa estiva.

“Lego la mia presidenza all’approvazione di una legge seria e sostanziale sull’acqua pubblica, con società di diritto pubblico e gestione in house, e controllo che rimane ai cittadini” – ha detto il Presidente della Camera, Roberto Fico, spiegando che “non è solo una questione societaria, ma culturale. Sui Beni pubblici che servono alla vita umana non possiamo permettere che si faccia profitto. E’ importante che passi il concetto culturale che su certi beni non ci possa essere una società privata che faccia profitti”.

È un discorso a tutto tondo quello che fico fa alla Stampa parlamentare, dalla crisi politica che ha seguito le elezioni del 4 marzo ai ritardi nell’avvio della macchina parlamentare. Dalla valorizzazione degli Istituti di democrazia diretta ad una buona riforma del regolamento della Camera.

“Credo in un Parlamento centrale, istituzione culturale e pensante – ha spiegato Fico – La settimana prossima userò uno strumento del regolamento che è stato usato poco, e cioè la conferenza dei presidenti di commissione. Cercheremo di elaborare alcune soluzioni alle dinamiche delle commissioni e dell’aula”.

Tante le proposte sul tavolo, ma è chiaro – spiega ancora la terza carica dello Stato “che in un rapporto di collaborazione col governo, nel futuro magari con meno decreti e più iniziative legislative delle camere si può lavorare in condizioni migliori. Credo anche che da settembre riusciremo a fare un lavoro più fluido. Con l’obiettivo di fare leggi di qualità sempre migliore e superiore”.

Centrale per la presidenza Fico, oltre a creare le condizioni il rapporto la stampa parlamentare sia il più  corretto, equilibrato e trasparente possibile per dare ai cittadini una corretta informazione, è la questione dei così detti “cambi di casacca”.

E proprio all’insegna della trasparenza e della ricerca della verità che il presidente della Camera Fico mette al centro della sua azione il caso Regeni.

“La questione Regeni è per me fondamentale. Come Stato, non si può non perseguire la verità su Giulio Regeni. Su questa vicenda non mi arrenderò mai  – ha detto Fico, annunciando per domani un incontro con il presidente del Parlamento egiziano. La verità su quanto è successo – ha spiegato ancora il Presidente della Camera – non vale solo per la dignità della famiglia ma di tutti noi, delle istituzioni. Noi siamo vicini al 100 per cento a famiglia Regeni”.

(Visited 76 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago