A Pescara stop al volo delle colombe

A Pescara, in Abruzzo, sarà vietato liberare le colombe bianche durante i matrimoni. Gli uccelli, che nascono in cattività, non riescono a sopravvivere in natura. 

A Pescara, in Abruzzo, durante i matrimoni si dovrà fare a meno delle colombe bianche. Il Comune ha deciso di vietare lo sfruttamento dei candidi uccelli dopo la morte violenta di alcuni esemplari. A deciderlo è stato il Consiglio Comunale che ha approvato un Ordine del giorno del Movimento 5 Stelle.

A fare scoppiare la polemica era stata la liberazione di sette colombe bianche durante una cerimonia a Pescara. I volatili, che erano stati acquistati proprio per la festa, erano cresciuti in cattività, così da essere incapaci di sopravvivere in natura. Proprio per questo tre uccelli erano stati uccisi dai gatti, mentre altri quattro erano stati recuperati dagli operatori dell’Ente Nazionale Protezione Animali (ENPA) e del WWF Abruzzo. Gli animalisti avevano consegnato poi gli amici a due zampe al “Centro Recupero Fauna Selvatica” di Pescara.

Un segnale importante per iniziare a lavorare a una vera e propria rivoluzione culturale, che parta da piccoli gesti di consapevolezza, dalla formazione e dall’informazione, partendo dalle scuole e dai bambini, per sviluppare empatia e sensibilità“, ha dichiarato Paolo Sala, primo firmatario dell’Ordine del giorno e portavoce del Movimento 5 Stelle al Comune di Pescara.

Articolo precedenteCon la crisi energetica in Italia si torna a parlare di nucleare. Calenda: “Subito 7 centrali”
Articolo successivoSiccità, una mappa interattiva aiuta a prevedere le crisi idriche e a monitorare le riserve sulle Alpi