Home Cibo A Lugnano in Teverina (Tr), fine settimana dedicato ad olio, cultura, natura...

A Lugnano in Teverina (Tr), fine settimana dedicato ad olio, cultura, natura e pace

A Lugnano in Teverina (Tr), fine settimana dedicato ad olio, cultura, natura e pace

Il 2 e 3 dicembre in programma una due giorni di incontri, approfondimenti, degustazioni e visite guidate. Obiettivo: lanciare un messaggio di pace e conoscere la cultura olivicola del territorio.

Lugnano in Teverina, in provincia di Terni dedicherà il primo fine settimana di dicembre alla collezione mondiale degli ulivi Olea Mundi’, alla pace, alla cultura e a scienza e natura.

Il 2 e 3 dicembre è infatti in programma una due giorni di incontri, approfondimenti, degustazioni e visite guidate, con l’obiettivo di lanciare un messaggio di pace al mondo, in un periodo molto delicato e complesso.

Con un comunicato stampa il comune di Lugnano in Teverina, organizzatore dell’evento, ha illustrato l’iniziativa.

“Numerosi hanno dettosaranno gli ospiti di respiro internazionale che metteranno al centro la nostra tradizione olivicola, oggi arricchita da questa capitale vegetale della biodiversità, figlia di un territorio già ricco di olivi antichi e di una varietà autoctona, il Rajo, ricca di qualità e proprietà, storia e tradizione, e di possibili positivi sviluppi per l’economia e tutto il settore oleario”.

Il programma

Si inizia sabato 2 dicembre presso il palazzo ex Fabbrica con il convegno ‘Olea Mundi: Cultura, Natura e Scienza’ dove si alternano illustri relatori e ospiti d’eccezione.

È in programma la presentazione del volume dei ‘Quaderni della Biodiversità’ dedicato alla Collezione di Lugnano a cura del Parco 3/A – Pta e tutte le attività più importanti realizzate in collaborazione con il Cnr di Perugia.

“Questo attrattorehanno continuato dal comune di Lugnano è stato attenzionato da operatori internazionali come la europarlamentare Francesca Peppucci, presente al convegno con un intervento sulle opportunità in ambito europeo per il comparto agricolo.

È prevista inoltre la presenza al convegno di autorevoli referenti dell’itinerario culturale del Consiglio d’Europa ‘Le Rotte dell’Ulivo’, al quale le amministrazioni dell’Amerino guardano con occhio particolarmente interessato”.

“Anche il tema della pacehanno ribaditoalla luce del momento di grande instabilità internazionale che stiamo vivendo, è al centro del convegno con l’incontro ideale tra le collezioni mondiali Olea Mundi di Lugnano, Assisi e Pergusa (Enna) ed il giardino della Pace di Chania in Grecia, con la presenza del presidente di ‘The Garden of Peace’, Francesco Serafini e il segretario generale Oriano Spadoni”.

Da Assisi sarà presente Gianfranco Costa, fondatore del ‘Centro per la pace dei Popol’i e responsabile della ‘Collezione Olea Mundi’ del giardino della Cattedrale di San Rufino.

“L’olivohanno ricordato dal comune di Lugnano – sinonimo di pace e fratellanza tra gli uomini, che esprime conciliazione e riappacificazione tra gli uomini al fine di conoscersi e riconoscersi.

Nel convegno si presentano inoltre, le ultime attività dell’associazione delle ‘Donne dell’Olio Pandolea’. Alcune associate metteranno in degustazione i loro oli.

Modera il convegno Luigi Cremona, critico gastronomico.

Al termine della prima parte di convegno si lascia spazio alla cultura gastronomica dell’olio con una degustazione internazionale come simbolo di scambio”.

La Spagna, primo paese scelto come capofila per rappresentare i percorsi culturali dell’olio, regalerà alcune ricette tradizionali di Tapas.

Il territorio amerino e la Spagna si uniscono nella condivisione di tradizioni locali, per dare esempio delle origini naturali e culturali comuni.

“L’olio e l’olivahanno ribadito dal comune di Lugnanosono protagonisti di molti piatti del ricordo e rendono l’esperienza gastronomica un’esaltazione di valori al di sopra del tempo e dello spazio.

Il percorso di degustazione al termine del convegno, coinvolgendo realtà ristorative e produttori locali nella riproposizione di tipiche ricette di Tapas spagnole, vuole mettere l’accento sulle similitudini e punti comuni tra tante ricette tipiche umbre e altrettanti capisaldi spagnoli”.

Nel pomeriggio, dopo le degustazioni previste dal progetto ‘Lugnano Borgart Cibus’, per la promozione dei prodotti della filiera corta, le scuole diventato le vere protagoniste.

L’ITT di Amelia effettuerà le analisi sui i campioni validi di olio consegnati per il concorso Polifenolio; vince l’olio con il maggior numero di polifenoli.

Mentre le scuole di Lugnano, in collaborazione con l’amministrazione Comunale, organizzeranno una mostra pomologica delle olive più particolari presenti nella Collezione di Lugnano.

Domenica 3 dicembre prevista una passeggiata nel Circuito Eno – oleoturistico Olea Mundi ed una visita guidata alla collezione Mondiale Olea Mundi ed all’azienda vinicola Trentaquerce, con annessa degustazione in cantina.