Cultura

50 ANNI DALL’INIZIO DEL ’68

Condividi

di Bruno De Vita

Il “68” non è solo un numero ma è anche il simbolo storico di anni di grandi sommovimenti in tutto il mondo occidentale e non solo.
Anni di grandi conquiste e di grandi trasformazioni sociali che anche dopo mezzo secolo ancora rappresentano gli elementi più avanzati della qualità della nostra vita.
Anni in cui milioni di giovani si erano presi nelle loro mani il loro futuro e mettevano in discussione i poteri costituiti.
Grandi masse studenti e operai sapevano quello che volevano, avevano il sogno di una società migliore e su questo lottavano.
Pensavano che le utopie non erano impossibili in milioni erano convinti che il mondo si potesse cambiare in meglio ovviamente non sempre ci sono riusciti ma sono stati giovani fortunati perché avevano ben chiaro l’immagine del loro futuro e stavano lottando per quello.
Se si può dare un augurio ai giovani di oggi è quello di avere anche loro un nuovo “68” in cui sentirsi vivi e in grado di costruire la propria vita.

Uno che c’era (Bruno De Vita)

(Visited 198 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago