MIRACOLO MESSI, TRASCINA L’ARGENTINA AI MONDIALI

Di Giammarco Spirito. Roma. Nottata indimenticabile per Lionel Messi. Con una tripletta la “Pulce” ha trascinato l’Argentina ai Mondiali. Una partita strepitosa del numero 10 che, nel momento più difficile dell’Albiceleste e sotto di un gol dopo non appena un minuto di gioco, ha ribaltato la gara rifilando tre gol all’Ecuador (12’, 20’ 3 62’). Padroni di casa battuti e argentini direttamente in Russia 2018.

 

Nel momento più buio un’intera nazione si è aggrappata al suo piccolo grande fenomeno. In 90’ minuti Messi è stato finalmente decisivo per l’Argentina, allontano le critiche sul rendimento del numero 10 in nazionale. Era impensabile una Coppa del Mondo senza Lionel Messi, una coppa senza l’Argentina, e lui ha risposto presente, prendendo per mano i suoi compagni trascinandoli fino a quel terzo posto nel girone che equivale a dire Mondiale. “Eravamo venuti in Ecuador con quest’obiettivo. Fortunatamente, abbiamo reagito subito allo svantaggio. Tutto questo, ad ogni modo, ci fa crescere molto: siamo più forti dopo un’esperienza così “ ha dichiarato il numero 10 del Barcellona:” Qualificarci era la cosa più importante. Follia rimanere fuori dal Mondiale. Adesso è passata la paura, eravamo asfissiati dal timore di rimanere fuori. Ora è tempo del sollievo. Non è stato facile. Sono passate per la testa troppe cose negative, soprattutto appena subito il gol degli avversari. Per fortuna siamo riusciti a reagire immediatamente. Adesso dobbiamo prepararci bene e continuare a migliorarci. Oggi è un giorno speciale per tutti coloro che fanno parte di questo gruppo da molto tempo”– ha concluso Messi.

 

Un ringraziamento particolare alla Pulce lo deve Jorge Sampaoli, il C.T. dell’Argentina, che altrimenti sarebbe stato ricordato come il tecnico capace di fallire una qualificazione al Mondiale dopo oltre quarant’anni di partecipazione.

Nel gruppo sudamericano hanno timbrato il pass per la Russia anche Uruguay e Colombia, mentre il Perù si giocherà i playoff. Ma la notizie del giorno che ci arriva è la non partecipazione del Cile ai Mondiali. La sconfitta per 3-0 contro un Brasile già qualificato ha condannato Sanchez e compagni. Un flop totale per la “Roja”che veniva dalle vittorie delle ultime due edizioni della Copa America nel 2015 e 2016.

Francia e Portogallo sono state le ultime due squadre europee a qualificarsi direttamente per il Mondiale, battendo ieri sera rispettivamente Bielorussia e Svizzera. Gli elvetici andranno ai playoff insieme alla Grecia. Clamorosamente fuori dal Mondiale l’Olanda nonostante il 2-0 sulla Svezia (doppietta di Robben che a fine partita ha dato l’addio alla Nazionale Orange), gli scandinavi invece accedono agli spareggi. Spareggi che vedranno come protagonisti gli azzurri di mister Ventura. I sorteggi ci saranno martedì 17 ottobre a Zurigo alle ore 14. La gara di andata si giocherà in Italia il 9 novembre, per poi affrontare il ritorno in trasferta il 14. L’Italia sarà fortunatamente testa di serie nei playoff, evitando così l’ostacolo Croazia. Grecia, Svezia, Irlanda o Irlanda del Nord: una tra queste quattro sarà l’avversaria degli azzurri.

La speranza è che da qui ad un mese l’Italia vista nelle ultime apparizioni diventi soltanto un brutto ricordo. Anche perché, purtroppo, di Messi ne esiste soltanto uno e non è italiano.

(Visited 19 times, 1 visits today)

Leggi anche