L’ARTE DELLA PIZZA DIVENTA BENE DELL’UMANITÀ

VITTORIA!!!!
L’arte del pizzaiolo napoletano è stato inserito nei beni immateriali dell’UNESCO.
Così la pizza è diventata il 56esimo bene italiano patrimonio dell’umanità. A supporto della candidatura una delle campagna più imponenti della storia che ha visto 2 milioni di persone appoggiare questa candidatura. Nel momento della vittoria tutti i rappresentanti permanenti dell’UNESCO hanno gioito all’ingresso di questo altro pezzo di storia italiana conosciuto in tutto il mondo.Grazie alla fondazione Univerde, alla Coldiretti, alle varie associazioni che hanno sostenuto la campagna e anche a noi di Teleambiente che abbiamo sostenuto la candidatura quando era solo un idea.
Ora, una parola italiana, diventata già universale e senza traduzioni , avrà l’obiettivo di mettere fine a quelle varianti folcloristiche della pizza e di dare il giusto insegnamento a realizzare un opera d’arte.
La pizza certificata è solo quella fatta dai pizzaioli napoletani e le altre dono solo imitazioni.
Una vittoria importante per una città che sta cercando un riscatto importante, dopo la cattiva pubblicità di 10 anni fa con lo scandalo rifiuti. Le immagini con i cumuli di spazzatura alti vari metri che hanno fatto il giro del mondo. Poi lo scandalo della terra dei fuochi . Ora la rivincita! Napoli é questo. Una città da amare per quello che dato alla storia.

(Visited 83 times, 1 visits today)

Leggi anche